EUR Roma

Colosseo Quadrato

Il quartiere Eur di Roma affonda le sue radici nel fascismo, quando Benito Mussolini per celebrare i vent’ani della marcia su Roma e della presa del potere fascista voleva organizzare una fiera internazionale in un’area completamente nuova. Scelse quella delle Tre Fontane dove dal 1935 cominciarono i lavori che avrebbero dovuto compiersi entro il 1942 data in cui era prevista l’Esposizione Universale di Roma. Da questo nome proviene l’acronimo EUR, inizialmente invece era E42 a significare “Esposizione 1942″, ma dato che l’esposizione non si tenne mai a causa dell’inizio della seconda guerra mondiale, venne adottato comunemente quello di EUR. La caratteristica principale dell’EUR è lo stile,  ispirato all’urbanistica classica romana con elementi di Razionalismo italiano e Neoclassicismo. Il monumento che maggiormente incarna lo stile dell’EUR è senza dubbio il Palazzo della Civiltà Italiana anche noto come “Colosseo Quadrato”. Altre opere importanti sono il Palazzo dei Congressi, l’Archivio Centrale dello Stato, la stele deicata a Guglielmo Marconi, la Chiesa di San Pietro e Paolo, il Palalottomatica dove si tengono concerti e manifestazioni, L’Obelisco Novecento, il Palazzo degli Uffici oltre a Musei della Civiltà Romana e dell’Alto Medioevo e al planetario sul laghetto dell’Eur, altra importante attrattiva del quartiere.