image

Viaggio nella memoria. I luoghi della deportazione degli ebrei romani

Link sponsorizzati

gen 27

In tutto il mondo oggi, 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria per ricordare la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa, avvenuta il 27 Gennaio 1945. Molti furono gli ebrei romani deportati ad Auschwitz. 1259 persone, dopo il rastrellamento avvenuto il 16 ottobre del ‘43 al Ghetto Ebraico, al Portico d’Ottavia furono portati provvisoriamente a Palazzo Salviati, in via della Lungara  82, a Trastevere.

Di essi 237 furono rilasciati perché identificati come cittadini stranieri. Gli altri, 1023 individui, vennero ammassati su un treno composto da 18 carri bestiame, e partirono dalla stazione Tiburtina alla volta del campo di concentramento in Polonia. Di queste 1023 persone se ne salvarono solo 16, 15 uomini ed una donna, Settimia Spizzichino.


Questo momento tragico della storia dell’umanità passò quindi anche da Roma, la cui comunità ebraica esisteva sin dal II secolo a.C. Il Ghetto Ebraico di Roma venne costituito nel XVI secolo per volere di papa Paolo IV, che con una bolla papale decise di revocare i diritti concessi agli ebrei romani e di rinchiuderli in una “cittadella” circondata da mura. Solo circa 3 secoli dopo, con papa Pio IX le mura che richiudevano il ghetto vennero abbattute.

Soggiornare a Roma vuol dire anche fare una passeggiata nella storia degli ebrei romani. Oltre alle vestigia che ricordano la gloria dell’antica Roma, visitare i luoghi della deportazione è un modo per non dimenticare.

Viaggio in B&B con sorpresa

Link sponsorizzati

gen 19
Vicoli di Roma

Vicoli di Roma

Ho visitato San Pietro più volte perché era molto vicino al B&B Vaticano da me scelto su bbitalia.it e perche San Pietro, dalla piazza alla Basilica , è un opera spettacolare. Mi sono mossa spesso a piedi per gustare al meglio la città e ho amato particolarmente i vicoletti del centro storico che conducono al Pantheon e a Piazza Navona.
Ho mangiato bene in tutti i locali romani, ma un posto che mi è stato consigliato dalla padrona di casa è stato “L’isola della pizza” un ottimo ristorante pizzeria a pochi passi dall’abitazione, arredato in modo originale che offre un ottima pizza ma anche i primi ed i carciofi tipici non hanno nulla da invidiare!
Durante il mio soggiorno romano la cosa simpatica è stato scoprire che la padrona di casa è sarda poiché anche io lo sono per questo ci siamo ritrovate più volte a parlare della nostra terra anche con mia madre che mi ha accompagnato nel viaggio, questa piccola informazione ci ha permesso di creare un rapporto più intimo di quello che si crea solitamente tra un albergatore ed un cliente. A mio parere è sempre una scoperta conoscere persone nuove e Maria Antonietta è un’ ottima persona!
-Roma è la città eterna va visitata almeno una volta nella vita, la sua storia le dona un fascino così supremo che riesce a catturare qualsiasi visitatore -la cucina romana è ottima e la gente del posto ti accoglie in un modo così aperto da farti sentire come a casa -la bellezza di Roma sta nel fatto di poter visitare un museo a cielo aperto, per gustarla al meglio bisogna girarla a piedi.

Eur Ice Park RomaUn evento imperdibile  tutto invernale  si terrà nel Ice Park Eur, la nuova pista di pattinaggio sul ghiaccio a Roma . Ubicata nel quartiere Eur, di fronte al famoso Palazzo dei Congressi ,nasce questa grande pista di pattinaggio sul ghiaccio in Piazza John Fitzgerald Kennedy

La pista resterà aperta  tutti i week end dal 9 Dicembre al 10 Gennaio fino alle ore 24:00 Per la sera di Capodanno resterà eccezionalmente aperta fino alle 2:00.

E’ una meravigliosa occasione, per chi si trova a Roma o per chi ha intenzione di trascorrere le feste di di Natale o Capodanno in modo diverso, di partecipare attivamente alla vita della città.

Un ritrovo per grandi e piccoli che ha tutta la magia e l’atmosfera delle feste! L’ingresso e il noleggio pattini hanno un costo di € 8,00. E, folla permettendo, sarà possibile prendere anche delle mini lezioni per prendere padronanza con i pattini e ghiaccio.

L’occasione di pattinare sul ghiaccio a Roma durante le vostre vacanze romane vi consentirà di portarvi dietro un ricordo senza precedenti. Se avete pensato di fare una viaggio , possiamo consigliarvi anche un’ottima soluzione per tutta la famiglia, alloggiando in uno dei bed and breakfast Roma Colosseo

Questa soluzione permetterà una comodità di movimento e un grande risparmio sul costo della vacanza visto cha parliamo di periodi che invece solitamente tendono a far lievitare i prezzi. Perciò nessun timore BBitalia.it pensa anche a questo.

Roma non delude  mai i suoi turisti, per le feste di Natale e Capodanno non perdete l’occasione di pattinare sul ghiaccio all’aperto per vivere una esperienza unica!

Villa Adriana

Villa Adriana

La maggior parte delle capitali europee sono circondate da una serie di attrazioni degne di essere visitate, ma Roma le supera tutte per la grande varietà. A pochi chilometri da Roma, si possono esplorare le famose tombe che gli Etruschi ci hanno lasciato in eredità, sorseggiare il vino dorato dei comuni dei Colli Albani (Castelli Romani). È possibile passeggiare per le rovine di Villa Adriana, la “regina delle ville del mondo antico”, o essere cullati dalle fontane barocche di Villa d’Este. È possibile rilassarsi sulle spiagge di Ostia Lido o esplorare le rovine di Ostia Antica, antico porto di Roma.

Se non avete tempo abbastanza tempo per visitarle tutte, vi consigliamo di dedicare una giornata almeno a Tivoli…ne vale veramente la pena !

Arroccata su una collina ad est di Roma, Tivoli è un antico borgo che è sempre stato considerato un rifugio lontano dalla città. In epoca romana era conosciuta come Tibur, e abitata dai ricchi romani; più tardi, durante il Rinascimento, è diventato il parco giochi dei ricchi, che vi hanno costruito le loro ville di campagna.

Villa Adriana è un capolavoro che mette insieme in modo univoco le più alte espressioni delle culture materiali dell’antico mondo mediterraneo.

Uno studio dei monumenti che compongono la Villa Adriana ha giocato un ruolo cruciale nella riscoperta degli elementi dell’architettura classica, degli architetti del Rinascimento e del periodo barocco.  Villa Adriana ha anche profondamente influenzato molti architetti e designer 19 e 20 ° secolo.

Dove cenare

I Giardini di Tivoli sono un luogo piacevole per un pic-nic, ma se si ha bisogno di un pasto da seduti, l’ Antica Trattoria del Falcone, Via del Trevio 34, aperto dal 1918, è il luogo ideale. Ristorante/pizzeria specializzato in pizze, pasta romana e arrosti.

Per il vostro soggiorno a Roma, scegliete un bed and breakfast Roma sul sito bbitalia.it e dedicatevi alla scoperta del patrimonio culturale più grande al mondo !

Roma Isola Tiberina

Roma Isola Tiberina

Roma è la città ideale per camminare e Trastevere in particolare, con i suoi vicoli e piazzette vi rivelerà alcune gemme nascoste e meno conosciute. Trastevere (il cui nome significa “oltre il Tevere”) sembra un mondo a parte rispetto al resto di Roma. I suoi abitanti sono stati tradizionalmente considerati più insulari dei Romani che risiedono sull’altra sponda del fiume.

Trastevere è uno dei quartieri medievali quasi intatti di Roma, nonostante una tendenza verso il rinnovamento. Costellato di chiese antiche e poco illuminate, edifici fatiscenti inclinati sopra strade larghe appena per una Fiat, è il quartiere da sempre più colorato e vivace della capitale.

Da Visitare

1. Isola Tiberina
Nonostante la sua posizione nel cuore di Roma, questa calma isola inondata dal sole è sempre stata un rifugio per i malati. Il ponte più antico di Roma, il Ponte Fabricio, costruito nel 62 aC, collega l’isola alla sponda orientale del Tevere. La chiesa all’estremità orientale dell’isola, San Bartolomeo, è stata costruita dall’ imperatore Ottone III, anche se decine di ristrutturazioni successive ne hanno rimosso tutta della struttura originale. Nella parte occidentale dell’isola si trova l’ospedale Fatebenefratelli, le cui fondamenta e tradizioni risalgono al mondo antico (l’isola è stata associata con le proprietà curative del dio Esculapio, figlio di Apollo).

2. Piazza Piscinula
Il none deriva dalle terme romane (Piscina) che un tempo sorgevano qui, la piazza si trova l’ antica Chiesa di San Benedetto, la cui facciata è stata ricostruita in stile barocco semplificato nel corso del 1600. E considerata la più piccola chiesa romanica di Roma, costruita presumibilmente nel luogo dove, da ragazzo, visse San Benedetto, fondatore dell’ordine dei Benedettini. Direttamente di fronte alla chiesa sorge l’intricata pietra della Casa dei Mattei.

3. Piazza Sidney Sonnino
La piazza prende il nome dal ministro italiano degli Esteri durante la prima guerra mondiale. A poche centinaia di piedi a nord, affacciata sul Tevere, si trova Piazza Belli, con la statua che commemora Giuseppe Gioacchino Belli (1791-1863. Da un lato della piazza si innalzano le pareti della Torre degli Anguillara e la chiesa di Sant’Agata risalente al XIII secolo; sul bordo meridionale, dall’altra parte della strada, si trovano le mura della Chiesa di San Crisogono. Fondata nel 500 e ricostruita nel 1100 (quando è stato aggiunto il campanile), la chiesa è ricca di mosaici che meritano una visita.

Dove fare una pausa

Circa una mezza dozzina di caffè si trovano nelle vicinanze. Qualcuno di loro serve tazze di cappuccino schiumoso, gustosi panini, gelati e drink. Ma se volete assaggiare qualcosa di veramente sfizioso accompagnato da ottime birre artigianale Bir e Fud è il posto ideale. Potete gustare pizze e snack tradizionali come supplì (crocchette di riso fritti ripieni di mozzarella e ragù) per i bevitori affamati. Aperto tutte le sere e all’ora di pranzo dal Giovedi alla Domenica

Bed and Breakfast Roma Trastevere

Caruso Cafe de Oriente

Caruso Cafe de Oriente

Il quartiere Testaccio è il luogo dove si trova la più alta concentrazione di locali notturni a Roma. Se ami  ballare, il Caruso Cafe de Oriente è il tuo luogo ideale, scegli prima un bed and breakfast Testaccio e scatenati al ritmo della musica latina e Caraibica, come salsa e reggaeton.

Caruso Cafe de Oriente, ubicato nel cuore della suggestiva area archeologica del Monte dei Cocci di Testaccio, antico sito romano del 50 a.c, è ormai uno dei locali più noti della capitale e punto di riferimento della musica e della cultura latino americana.
Jose Alberto El Canario, NG La Banda, Charanga Habanera, sono solo alcuni esponenti della scena musicale latino americana che si sono esibiti nel Caruso nel corso degli anni , creando una contaminazione tra la  cultura latino americana ed italiana sino a rendere il Caruso Caffe un laboratorio musicale e artistico, luogo di integrazione e di incontro di varie culture.

Time elevator Roma

Time elevator Roma

Time Elevator Experience è la prima macchina del tempo che ti permetterà di fare un viaggio attraverso la storia della Città Eterna,

dalla leggenda di Romolo e Remo, l’assassinio di Giulio Cesare, e il grande Michelangelo durante la realizzazione della suo capolavoro – la Cappella Sistina. Avrai la possibilità di assistere anche alla ricostruzione virtuale di monumenti simbolo delle città, dal Colosseo, il Tempio di Vesta, le Terme di Caracalla fino agli splendori della Roma rinascimentale e Barocca. Un originale e divertente viaggio panoramico nei principali momenti storici dell’Urbe e attorno ai suoi tesori artistici.
Ma non finisce qui, potrai vivere un’esperienza 5D unica nel suo genere: un viaggio nel tempo, attraverso l’evoluzione della vita sulla Terra

Potrai assistere alla nascita delle prime forme di vita, all’evoluzione delle specie, alla comparsa dei Dinosauri con il terrificante T-Rex e alla loro estinzione. Un’esperienza entusiasmante adatta ad ogni età!
Se ami le nuove esperienze e vuoi assistere partecipare al viaggio nel tempo non ti resta che prenotare un B&B a Roma per andare a dormire dopo questo emozionante ritorno al passato ! Prenota ora su bbitali.it

Campiglio- NotturnoRoma di notte è una città illuminata come un teatro, e, soprattutto nei mesi più caldi, è come se lo fosse realmente. In realtà, comed ha scritto Georgina Masson nella Companion Guide to Rome, la prima visita alla città di Roma deve essere fatta di notte. Il tour va fatto assolutamente a piedi ,iniziando dove iniziò la storia di Roma, il Campidoglio – dove Michelangelo progettato una splendida piazza, con vista sulle rovine del Foro.

Una superba passeggiata attraverso il tempo potrebbe iniziare sul lato opposto del colle, su via dei Fori Imperiali. A sud, il Colosseo si illumina. Su Via di San Pietro in Carcere fino a Piazza del Campidoglio, con una replica della statua equestre del filosofo-imperatore Marco Aurelio ,l’originale si trova nei Musei Capitolini, un cavaliere solitario al centro della città, e come è stato spesso osservato, al centro del mondo. Se il Foro è l’antichità, nella piazza a forma di uovo i tre palazzi sono tra i migliori esempi di architettura rinascimentale, spogliati di dettagli durante la notte essi rivelano più la loro armonia e il loro romanticismo.

Seguendo le orme di Michelangelo si va oltre questo mix di età: dall’altra parte della strada si trova il mini-Colosseo che è il Teatro di Marcello, a destra le rovine del Portico di Ottavia. Qui irrompe il lato oscuro della storia della città, come accade spesso: è qui che nel 1943, circa 2.000 ebrei, che avevano vissuto a Roma fin dall’antichità, sono stati rastrellati e inviati nei campi di sterminio.

Al di là delle rovine di Via del Portico d’Ottavia, il Ghetto Ebraico prospera ancora, con molti dei negozi sempre aperti anche nelle ore serali,e nelle vicinanze si trova la piccola piazza Mattei, dove quattro ragazzi di bronzo giocano nella Fontana delle Tartarughe.

Largo Argentina, dove le colonne dei templi  si sporgono verso il cielo notturno ,è il luogo ideale per terminare questo mini-giro notturno della storia di Roma, perché è lì e non al Foro, dove fu ucciso Giulio Cesare, il 15 marzo del 44 aC, verso sera.

La storia, non è però l’unico motivo per visitare Roma di notte. Come i residenti sanno bene, Roma è semplicemente un bellissimo luogo dove passeggiare. Si esce numerosi a godersi le notti d’estate, e i turisti possono essere certi di fare esattamente quello che fanno i romani… scoprire Roma di notte !

Neo sposi a Roma

Neo sposi a Roma

Io e mio marito ci siamo sposati il 23 maggio  e siamo stati 3 giorni a Roma per partecipare all’udienza del santo padre come novelli sposi.

Il B&B è in una posizione comoda per arrivare al Vaticano, inoltre è vicina alla fermata della metro Ottaviano. Appena arrivati abbiamo avuto un po’ di difficoltà a localizzarlo, ma dopo una telefonata alla gentilissima signora che lo gestisce è stato facile raggiungerlo.  Li intorno ci sono tantissimi posti per mangiare, poi il B&B si trova tra il Mc Donald e la Farmacia, quindi cibo e farmaci a portata di mano se sei in camera! Tutto sommato son o stati 3 giorni bellissimi! Questo B&B ve lo consiglio!

Vi consiglio dei posti dove siamo andati e si mangia una buona pizza: “Pizza Zazà” vicino al Pantheon, Panificio Bonci e “Pizza Zizza” dove il personale è di Roma e anche simpaticissimo!

Abbiamo indossato gli abiti nuziali nel B&B e siamo andati da li a piedi fino in Vaticano per l’udienza Papale, nel tragitto tutti pensavano che ci fossimo appena sposati..  ci siamo presi tantissimi Auguri e Congratulazioni in tutte le lingue (francese, americano, spagnolo…)!

E’ stato un soggiorno bellissimo, io a Roma io c’ero già stata con la scuola, mentre per mio marito è stata la prima volta , ed è rimasto colpito da questa città, tanto da volerci ritornare .

Roma è una città così, ti fa sempre emozionare, è stupenda!  Nel B&B ci siamo trovati molto bene (e questo è importante!) i romani sono persone fantastiche, molto simpatiche!

Continua la nostra rubrica sulle vostre esperienze! Oggi sarà Adriano a raccontarci il suo viaggio a Roma.

“Abbiamo trascorso cinque giorni a Roma ed abbiamo soggiornato in un B&B al Vaticano, ci siamo trovati davvero molto bene, tutto secondo le nostre aspettative.

Roma ha migliaia di luoghi interessanti ma i due principali sono stati La necropoli e la tomba di San Pietro sotto la basilica (occorre prenotare anzitempo) e la Domus Romana al palazzo della Provincia. Ambedue sono state esperienze meravigliose anche se di tenore diverso. La prima più religiosa (bravissima la ragazza che ci ha accompagnato) e la seconda più laica con esposizione di Piero Angela che ha curato l’intera visita. Poi Villa Borghese, i Fori Imperiali, il Vittoriale con una mostra sull’Olocausto, e moltissimi altri.

Vicino al B&B in cui abbiamo soggiornato, a 100 metri, c’è il ristorante pizzeria Giacomelli (sempre pieno ma andando all’orario di apertura è facile trovare posto, altrimenti si lascia il nome e quando si libera un posto si viene chiamati) dove ho assaggiato la cucina romana (cacio e pepe in primis, anche le pizze sono buone servite su piatti di metallo) siamo andati anche al ristorante cinese (a 50 metri) cibo ottimo e servizio impeccabile con prezzi decisamente abbordabili da chiunque.

A Roma si fanno sempre incontri interessanti e si incontrano persone davvero gentili che ti fanno sentire come a casa propria: mentre stavo guardando la cartina per orientarmi, si è avvicinata una ragazza chiedendomi se avevo bisogno di informazioni e al mio ringraziamento lei mi ha elencato tutta una serie di luoghi interessanti da visitare che non avevo mai sentito (per mia ignoranza) e che ho prontamente segnato e poi visitato.

Roma non ha bisogno di consigli per essere visitata. Ma a me (era la prima volta che la visitavo da turista mentre prima ci andavo per lavoro) è apparsa viva e allegra, forse anche per le stupende giornate di sole. Gironzolare per la città tra i vari quartieri di qua e di là del Tevere è un’esperienza da provare”.